3° Congresso Nazionale SIHTA


0
Presentazione
TORINO 18-19-20 Novembre 2010
“Dalla teoria alla pratica”, ovvero come tradurre i principi dell’HTA nella attività quotidiana. Il terzo congresso nazionale della SIHTA si propone di focalizzare e approfondire quattro importanti temi, valorizzandone le implicazioni di sistema e, soprattutto, i possibili collegamenti tra coloro che fanno HTA e coloro che, a diverso titolo e per differenti finalità, ne possono fruire e beneficiare.

PROGRAMMA AVANZATO
Ricerca. Esperienze internazionali e nazionali a confronto per individuare
Le sinergie tra la ricerca e l’HTA,
le caratteristiche della prima affinché ne possa beneficiare la seconda e, infine,
in che modo l’HTA può essere un ambito all’interno del quale vengono individuati i temi da sottoporre a ricerca.
Horizon scanning. La sessione si propone a due dimensioni. La prima votata a riflettere sulle determinanti che in passato hanno consentito la diffusione di tecnologie non validate. La seconda tesa a comprendere in che modo l’HTA può consentire al decisore di non farsi trovare impreparato di fronte alle richieste di acquisizione di tecnologie emergenti. Entrambe le dimensioni saranno anche spunto di riflessione sulle responsabilità etiche e legali alle quali dovrebbero essere richiamati coloro che consentono l’acquisizione di tecnologie non validate o, peggio, dannose.
RIHTA. Il congresso sarà un’occasione per presentare il piano di lavoro della Rete Italiana per l’HTA, dibattendone le modalità di realizzazione, riflettere sulle singole esperienze regionali e strutturare i percorsi formativi differenziati alla base di questo progetto di diffusione nazionale della cultura dell’HTA.
Comunicare l’HTA. Infine, una sessione dedicata alla comunicazione dell’HTA, per diffonderne i risultati e le raccomandazioni tra decisori e operatori sanitari e per contribuire al superamento di quel modello comunicativo per il quale della sanità fanno notizia solo le scoperte straordinariamente innovative (spesso non ancora disponibili per la pratica clinica diffusa) o gli eventi drammaticamente negativi. L’approccio partecipato, oggettivo e multidisciplinare dell’HTA potrebbe contribuire ad una comunicazione in/sulla sanità più obiettiva e responsabile.

Programma
GIOVEDI 18 Novembre 2010
10.00/13.00 Pre-Conference Meeting
Policy Forum 2010 – Incontro Autunnale (ad inviti)

12.30/13.30

Registrazione dei partecipanti

13.30/15.00 Apertura del Congresso
Saluto delle Autorità
Roberto Cota, Presidente Regione Piemonte
Caterina Ferrero, Assessore Sanità, Regione Piemonte
Claudio Zanon , Commissario Straordinario AReSS
Ezio Ghigo , Preside Facoltà di Medicina e Chirurgia di Torino
Carlo Favaretti, Presidente SIHTA
Renaldo Battista, Université de Montréal
15.00/17.00 Prima Sessione: HTA E RICERCA
Moderatore: Guido Rasi, Walter Ricciardi
    • The Changing and Environment and Challenges for HTA
      Chris Henshall
      , HTAI
    • Gli strumenti metodologici dell’HTA – revisione sistematica
      Tom Jefferson
      , AgeNaS
    • HTA e ricerca: esperienze in Italia
      Alessandro Liberati
      , Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
    • Farmaci, HTA e AIFA
      Pietro Folino Gallo
      , Agenzia Italiana del Farmaco
    • HTA e ricerca: il ruolo delle imprese dei dispositivi
      Stefano Rimondi
      , Assobiomedica
    • Ricerca e HTA: il ruolo delle imprese del farmaco
      Massimo Scaccabarozzi
      , Farmindustria
    • Sinergie tra HTA e ricerca: esperienze d’oltre manica
      Andrea Manca
      , University of York

Sessioni Parallele

17.00/18.00

TAVOLA ROTONDA (Sala Plenaria)
Hospital Based HTA: i metodi della valutazione

Moderatore: Francesco Mennini, Marco Marchetti
Partecipano
Silvana Barbaro, Azienda Ospedaliero Universitaria S. Giovanni Battista, Torino
Massimo Castoro, Azienda Ospedale Università, Padova
Giovanni M. Guarrera, Azienda Ospedaliera Universitaria di Udine
Pietro Derrico, IRCCS Ospedale Pediatrico Bambino Gesù
Paolo Lago, IRCCS San Matteo, Pavia
Lorenzo Leogrande, Policlinico Universitario “Agostino Gemelli”, Università Cattolica del Sacro Cuore
Gianni Virgili, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi

17.00/19.00

Comunicazioni – ICT e Telemedicina (in collaborazione con AITASIT) (Sala Assessorato A)

Moderatore: Paolo Lago, Maurizio Lombardi
    • L’HTA per la Medicina di Laboratorio: il progetto Dashboard Matteo Ritrovato
    • Applicazione di un modello di Teleradiologia per la Regione Piemonte Davide Minniti
    • Firma digitale e Watermarking: aspetti tecnici, organizzativi e di sicurezza nel campo della teleradiologia Ottavio Davini
    • Razionale del controllo da postazione remota dei pazienti portatori di defibrillatore automatico impiantabile (ICD) Marco Narciso
    • Valutazione dell’impatto organizzativo della telemedicina applicata al controllo di device cardiaci impiantabili: l’introduzione della soluzione Carelink Network nell’U.O. Semplice di Elettrofisiologia ed Elettrostimolazione della Divisione di Cardiologia D Francesca Borghetti
    • La competenza del tsrm nella valutazione e nella scelta delle apparecchiature radiologiche Iuri Dotta
    • Criticità nel workflow radiologico connesse all’implementazione dei sistemi informativi in diagnostica per immagini Maurizio Lombardi

17.00/19.00

Comunicazioni – Valutazioni Economiche (in collaborazione con AIES) (Sala Assessorato B)

Moderatore: Stefano Capri, Giovanni Guarrera
    • L’HTA per la Medicina di Laboratorio: il progetto Dashboard Matteo Ritrovato
    • Marker cardiaci: HTA e valutazione dell’impatto clinico-economico Filippo Bartoccioni
    • Valutazione economica del modello di Disease Management in prevenzione delle patologie cardiovascolari: risultati del progetto Raffaello Matteo Ruggeri
    • Aspetti economici dell’uso del regime capecitabina più oxaliplatino per il carcinoma del colon-retto: revisione della letteratura e valutazione della qualità degli studi Maria Assunta Veneziano
    • Analisi costo-efficacia dell’ impianto di bioprotesi aortica transcatetere vs intervento di chirurgia tradizionale in pazienti affetti da stenosi aortica severa: l’epserienza dell’Azienda Ospedaliero Universitaria San Giovanni Battista di Torino Alessandro Paudice
    • Valutazione economica della vaccinazione anti-HPV nelle giovani donne adulte (25 anni) in Italia Stefano Capri
    • Analisi della organizzazione e attività dei Centri per la Terapia Anticoagulante Orale (TAO) Marco Ratti
    • Risultati preliminari dell’applicazione di un modello di valutazione economica riguardante il trattamento della stenosi aortica severa con valvole trans catetere Stefano Salizzoni
    • Modello organizzativo multidisciplinare per la valutazione dell’impatto clinicoorganizzativo- economico di tecnologie biomediche ad alto ricorso di materiale di consumo Carlo Capussotto
    • Impatto dei predittori di risposta clinici, di laboratorio e della farmacogenetica sull’analisi di costo/utilità in una coorte monocentrica di pazienti con artrite reumatoide di lunga durata trattati con Rituximab Luca Quartuccio
    • HTA su Trattamento Interferonico nella Sclerosi Multipla ad andamento Remittente-Recidivante Francesco Saverio Mennini
    • Studio dei costi di ospedalizzazione per l’impianto dei dispositivi di decompressione dei processi interspinosi: analisi di micro-costing Mara Corbo
    • La neurostimolazione spinale nel trattamento della Failed Back Surgery Syndrome: i costi e i benefici di un anno di trattamento nel contesto italiano (studio PRECISE) Guido Beccagutti
18.00/19.00 Consiglio Direttivo SIHTA (Sala Stampa)
19.00/20.00 Assemblea dei Soci SIHTA (Sala Plenaria)

 


 

VENERDI 19 Novembre 2010
09.00/11.00 Seconda Sessione: HORIZON SCANNING
Moderatore: Marina Cerbo, Carlo Senore
    • International experiences in Horizon Scanning. EuroScan, the International Information Network on New and Emerging Health Technologies
      Iñaki Gutiérrez-Ibarluzea
      , EuroScan
    • L’implementazione di un sistema nazionale di Horizon Scanning: il progetto COTE
      Maria Rosaria Perrini
      , AgeNaS

      Antonio Migliore, AgeNaS
    • Reflecting back to look forward: cosa ci insegnano le esperienze passate di diffusione di tecnologie in sanità?
      Amelia Compagni
      , Università Bocconi
    • Horizon Scanning e direzione sanitaria
      Francesca Casassa
      , ANMDO

Sessioni Parallele

11.00/13.00

TAVOLA ROTONDA (Sala Plenaria)
Capacity Building: ovvero come formare le competenze per l’Health Technology Assessment

Moderatore: Americo Cicchetti, Loredana Luzi
Partecipano
Alessandro Liberati, Università di Modena e Reggio e Agenzia Sanitaria Regionale Emilia Romagna, Bologna
Tom Jefferson, Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, Roma
Marco Marchetti, Unità di Valutazione delle Tecnologie, Policlinico Universitario “Agostino Gemelli”, Università Cattolica del Sacro Cuore, Roma

11.00/13.00

Comunicazioni – Genomica e Farmaci (in collaborazione con SIFO) (Sala Assessorato A)

Moderatore: Massimo Castoro, Franca Goffredo
    • Health Technology Assessment del farmaco Mycamine (micafungin) nel trattamento della candidosi invasiva Silvio Capizzi
    • Health Technology Assessment per gli screening genetici: lo studio dell’appropriatezza dei test genetici di suscettibilità alla malattia tromboembolica venosa come modello di studio Nicola Nicolotti
    • Tocilizumab per il trattamento dell’Artrite Reumatoide: risultati di un Health Technology Assessment Chiara Cadeddu
    • Prevenzione della nefropatia da mezzi di contrasto e della fibrosi nefrogenica sistemica. Esperienza di un gruppo di lavoro multidisciplinare dell’azienda provinciale per i servizi sanitari di Trento Luisa Ventura
    • Processazione Tissutale Rapida ad Elevata e Continua Capacità Produttiva (PTR): la realtà di Udine Stefano Pizzolitto
    • Applicazioni della tecnologia Pyrosequencing in tema di targeted therapy e farmaco genetica Giovanna De Maglio
    • Report di HTA del nuovo vaccino anti-pneumococcico coniugato con la proteina D dell’Haemophilus influeanzae non tipizzabile (PHiD-CV) Maria Rosaria Gualano
    • Gli “Short Report” per comprendere e valutare le potenzialità delle tecnologie innovative in tempi rapidi: la valutazione di un test genetico prognostico per il tumore della mammella Luca Vignatelli
    • Health Technology Assessment di Atorvastatina ad elevati dosaggi nella prevenzione secondaria degli eventi Cardiocerebrovascolari Patrizia Berto
    • Analisi di metilazione: tecnologie a confronto. Valutazione dell’impatto clinico del pyrosequencing Giovanna De Maglio
    • Valutazione di un farmaco ad alto costo per inserimento in Prontuario Terapeutico Aziendale (PTA) nell’Azienda Ospedaliero Universitaria di Udine (AOUD) Francesca Rosa
    • Diagnosi intraoperatoria del linfonodo sentinella nel carcinoma della mammella: metodica “One Step Nucleic Acid Amplification” (OSNA) Anna Sapino

11.00/13.00

Applicazioni Ospedaliere (in collaborazione con ANMDO) (Sala Assessorato B)

Moderatore: Maurizio Guizzetti
    • Implementazione pratica del medical decision support system al letto del paziente Filippo Bartoccioni
    • Health Technology Assessment per la scelta del miglior Medical Decision Support System Filippo Bartoccioni
    • Quale incontro possibile tra la cultura dell’Health Technology Assessment e il mondo clinico? Strategie di implementazione della valutazione di appropriatezza per l’acquisizione delle tecnologie sanitarie presso l’Azienda Ospedaliera Ordine Mauriziano Arianna Vitale
    • HTA come strumento di Clinical Governance: esperienza in Regione Piemonte Grace Rabacchi
    • Confronto fra due modelli organizzativi dipartimentali: l’applicazione dell’Health Technology Assessment Giovanna Mulloni
    • La sfida della multidisciplinarietà nella valutazione delle tecnologie sanitarie Umberto Nocco
    • 10 anni di attività dell’Unità di Valutazione delle Tecnologie (UVT) del Policlinico Gemelli: metodologia e risultati di un approccio HTA in ambito ospedaliero Lorenzo Leogrande
    • HTA applicato in un contesto ospedaliero: il caso del Sinus Balloon System Carmen Furno
    • Il processo dell’HTA e l’identificazione dei quesiti per la ricerca: un metodo di prioritarizzazione sviluppato nell’ambito di un progetto regionale sulla radioterapia guidata da immagini (IGRT) Luciana Ballini
    • Tecnologie innovative e loro integrazione nel sistema sanitario: valutare interventi complessi attraverso un modello teorico (Normalization Process Model). L’esempio della chirurgia robotica Luciana Ballini
    • Attività di ricerca in HTA: l’esperienza di un’Unità ospedaliera di Valutazione delle Tecnologie Rossella Di Bidino
    • Infezione del rene e delle vie urinarie in età pediatrica: razionalizzazione dei percorsi di diagnosi e cura Sergio Vai
14.00/16.00 Terza Sessione: RIHTA
Moderatore: Oscar Bertetto, Americo Cicchetti
    • Regioni e Agenzia nazionale per i servizi sanitari in rete per l’HTA
      Marina Cerbo
      , AgeNaS
    • Le Regioni e la RIHTA
      Nereo Segnan
      , CPO, Regione Piemonte

      Roberto Grilli, Agenzia Sanitaria Regionale, Regione Emilia Romagna
      Costantino Gallo, Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto
16.00/16.15
    • Il coinvolgimento degli stakeholder nel process di HTA: evidenze dal Policy Forum SIHTA
      Americo Cicchetti
      , SIHTA

Sessioni Parallele

16.00/18.00

Comunicazioni – Stime d’impatto e modelli organizzativi (in collaborazione con AIE) (Sala Plenaria)

Moderatore: Americo Cicchetti
    • Impatto dell’HTA nel processo decisionale pre-chirurgico delle plessopatie brachiali traumatiche Palma Ciaramitaro
    • Impatti organizzativi e gestionali dell’adozione del regime Xelox nel trattamento del tumore del colon retto Maria Lucia Specchia
    • Health Technology Assessment del nuovo vaccino pneumococcico polisaccaridico coniugato 13-valente Chiara de Waure
    • Integrated Care Pathways (ICPs) For Non-Small Cell Lung Cancer (NSCLC) Patients (Pts): A Multidisciplinary Quality Improvement Project Simona Rizzato
    • Le preferenze dei pazienti, dei caregivers e dei chirurghi vascolari nella scelta del trattamento per la riparazione dell’aneurisam dell’aorta addominale: lo studio PREFER Francesca Borghetti
    • Il ruolo della PET-colina nel tumore della prostata Alberto Biggi
    • La vaporizzazione foto selettiva della prostata per il trattamento chirurgico dell’iperplasia prostatica benigna (IPB): esperienza dopo i primi 40 casi Simone Crivellaro
    • Impianto di valvola aortica trans catetere (TAVI): primi risultati del follow-up a medio termine Giovanni M. Guarrera
    • Canaloplastica: valutazione di efficacia e di impatto organizzativo, economico e di immagine Luigi Castriotta
    • La tomografia a coerenza ottica per la degenerazione maculare senile e la retinopatia diabetica Fabio Trimaglio
    • Valutazione dell’appropriatezza d’uso dei presidi antidecubito per la prevenzione delle ulcere da pressione Simona Gozzini
    • Impatto clinico ed organizzativo del trattamento radiante delle lesioni polmonari mediante gating respiratorio Alberto Mari

16.00/18.00

Sessione Parallela: Fisica Medica (Sala Assessorato A)

Moderatore: Giandomenico Nollo, Stefania Maggi
    • Systematic review per identificare prove valide e applicabili. Il caso della radioterapia senza elettroni Marta Paiusco, Azienda Ospedaliera di Reggio Emilia Arcispedale S. Maria Nuova
    • Dalla systematic review all’Horizon scanning. Valutazione Montecarlo per il setup esterno in radioterapia Lamberto Widesott, Agenzia Provinciale Per la Protonterapia
    • La preparazione dei radiofarmaci: valutazione sull’impiego del ciclotrone Stephane Chauvie, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
    • Metodi di Valutazione dell’alta tecnologia in diagnostica per Immagini Alberto Mari, Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti
    • Valutazione costo-efficacia dell’impiego di teli schermanti in diagnostica interventistica Aldo Valentini, Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari di Trento
    • Necessità di rivalutare il rapporto costo-utilità dello screening mammografico alla luce della pubblicazione IRCP 103 Nicola Pace, Università degli Studi di Trento

16.00/18.00

Comunicazioni – Dispositivi Medici (in collaborazione con AIIC) (Sala Assessorato B)

Moderatore: Paola Freda, Fabrizio Fontana
    • Technosafety: il foglio unico di terapia informatizzato Francesco Cattel
    • HTA: Il rischio e la safety nell’introduzione di nuovi DM Anna Cavazzana
    • Tomografia computerizzata multistrato per lo studio della patologia coronarica: risultati di un percorso regionale di adozione Laura Maria Beatrice Bellotti
    • Appropriatezza dell’uso della tomografia ad emissione di positroni in oncologia: uno studio regionale di audit Claudia Galassi
    • L’esperienza della Unità di Valutazione Dispositivi Medici della Azienda Sanitaria di Firenze Claudia Capanni
    • Risultati preliminari sulla sicurezza ed efficacia del trattamento percutaneo della stenosi aortica (Progetto TAVI) Elena Berti
    • Valutazione HB-HTA di un sistema di navigazione magnetica per cardiologia interventistica Giovanni Guizzetti
    • Introduzione della neurostimolazione frameless in un’Azienda Ospedaliero Universitaria Massimo Mondani
    • G.I.T. = Gestione Investimenti Tecnologici – Uno strumento informatico a supporto dell’HTA Carlo Sabbadini
    • Utilizzo degli ecografi portatili in ambito di urgenza preospedaliera Alessandro Beux
    • HB-HTA per la valutazione di un sistema per il monitoraggio elettroencefalografico invasivo (EEG) in un centro pediatrico per la chirurgia dell’epilessia Simona Bufalari

 


 

SABATO 20 Novembre 2010
09.00/11.00 Quarta Sessione: COMUNICARE L’HTA – Tavola rotonda
Moderatore: Carlo Favaretti, Ottavio Davini
Renaldo Battista, Université de Montréal
Sergio Bellucci, SWISS Centre for Technology Assesment
Mario Calabresi, La Stampa
Roberto Satolli, Zadig

Amedeo Bianco, FNOMCeO
Alessio Terzi, Cittadinanzattiva
13.00 Chiusura del Congresso

 

 

 

Per il Congresso è prevista la presentazione al Ministero della Salute dell’istanza per l’attribuzione dei crediti formativi ECM

Comitati
PRESIDENTE
Carlo Favaretti
COMITATO ORGANIZZATORE
Oscar Berteto
Alessandro Beux
Elisa Glani
Giovanni Guarrera
Paolo Lago
Marco Marchetti
Chiara Rivoiro
Valeria Romano
Franco Sandro
Carlo Senore
Fabio Trimaglio
COMITATO SCIENTIFICO
Walter Ricciardi
Renzo Antolini, Marina Cerbo, Americo Cicchetti, Ottavio Davini, Pietro Derrico, Fabrizio Fontana, Gian Franco Gensini, Roberto Grilli, Giovanni Guizzetti, Alessandro Liberati, Vittorio Mapelli, Massimo Neroni, Giandomenico Nollo, Nereo Segnan
Call for paper
“Dalla teoria alla pratica”, ovvero come tradurre i principi dell’HTA nella attività quotidiana. Il terzo congresso nazionale della SIHTA si propone di focalizzare e approfondire quattro importanti temi, valorizzandone le implicazioni di sistema e, soprattutto, i possibili collegamenti tra coloro che fanno HTA e coloro che, a diverso titolo e per differenti finalità, ne possono fruire e beneficiare.
Ricerca. Esperienze internazionali e nazionali a confronto
Horizon scanning. Analisi delle determinanti che in passato hanno consentito la diffusione di tecnologie non validate e delle richieste di acquisizione di tecnologie emergenti che domineranno il futuro.
RIHTA. Presentazione del piano di lavoro della Rete collaborativa Interregionale per l’HTA.
Comunicare l’HTA. diffondere i risultati e le raccomandazioni tra decisori e operatori sanitari.
Gli iscritti al Congresso hanno la possibilità di partecipare attivamente al programma attraverso la presentazione di contributi scientifici sotto forma di COMUNICAZIONI o POSTER che saranno sottoposti alla valutazione del Comitato Scientifico del Congresso.
Le comunicazioni e i poster potranno essere presentati all’interno delle seguenti tematiche:
Valutazioni economiche (in collaborazione con AIES)
ICT e telemedicina (in collaborazione con AITIM e AITASIT)
Applicazioni ospedaliere (in collaborazione con AMDO)
Dispositivi medici (in collaborazione con AIIC)
Stime d’impatto e modelli organizzativi (in collaborazione con AIE)
Genomica
Le comunicazioni accettate potranno essere presentate in sessione plenaria nei limiti di tempo consentiti da ciascuna sessione e a giudizio insindacabile del coordinatore.
Per i poster (dimensioni 70 cm di larghezza x100 cm di altezza) verrà allestita un’apposita area per l’esposizione.
REQUISITI PER LA PRESENTAZIONE DEGLI ABSTRACTS
Ai fini della presentazione dei contributi scientifici occorre essere regolarmente iscritti al congresso e aver preso visione dell’informativa sulla privacy (presente sul sito www.iniziativesanitarie.it) ed inviare l’abstract utilizzando l’apposito modello presente sul sito www.iniziativesanitarie.it
Il testo deve rispettare i seguenti requisiti:
Non deve superare il limite massimo di 2000 caratteri (spazi inclusi), non potrà contenere tabelle o figure.
Deve contenere nome, cognome, indirizzo, recapito telefonico, e-mail, qualifica ed ente di appartenenza del referente responsabile
I lavori devono essere improntati a criteri di chiarezza, sinteticità e devono essere attinenti alle aree tematiche stabilite dalla presidenza del congresso
I lavori presentati come poster o comunicazioni devono essere inviati esclusivamente utilizzando l’apposito modello presente sul sito www.iniziativesanitarie.it, entro e non oltre il 15 Settembre 2010.
Per i lavori sperimentali è consigliato l’uso delle classiche divisioni in obiettivi, metodi, risultati e conclusioni.
presentatori di ciascun abstract (indicati nell’apposita sezione) dovranno perfezionare entro il 30 Settembre 2010 l’iscrizione al Congresso, pena l’esclusione del relativo lavoro scientifico.
Ciascun autore può presentare un solo abstract, anche se può partecipare, come coautore, ad altri lavori.
Per i poster verrà allestita una apposita area espositiva. Ai fini della presentazione dei contributi scientifici (sia poster che comunicazioni), occorre essere regolarmente iscritti ed inviare l’abstract utilizzando l’apposito modello presente sui siti www.iniziativesanitarie.it www.sihta.it
Entro il 15 ottobre 2010 il Comitato Scientifico comunicherà agli autori l’avvenuta accettazione e la modalità di presentazione con relativa sessione e orario.
Gli autori devono essere indicati ponendo il Cognome prima dell’iniziale del nome di battesimo NON puntata (es. Rossi M, Bianchi P, Verdi AM)
La provenienza degli autori deve essere limitata alla qualifica e all’ente di appartenenza. Ad ogni autore deve corrispondere una sola qualifica ed un solo ente.
Si prega di utilizzare solo i seguenti simboli per distinguere le qualifiche degli autori: * o ° o ^.
Ognuno di questi simboli può essere ripetuto fino a tre volte (*, **, ***, °, °°, °°°, ^, ^^, ^^^). Come nell’esempio: Rossi F*, Verdi G**, Gialli M***, Bianchi R°, Viola B°°, Celesti A°°°, Blu C^, Neri O^^, Grigi V^^^
Iscrizione
Scarica la scheda d’iscrizione al congresso SIHTA
freccetta ISCRIZIONE ON LINE
Iscrizione
Per iscriversi alla SIHTA contattare la segreteria operativa te. 065919418, o consultare il sito www.sihta.it
QUOTE DI ISCRIZIONE (3)
SOCI SIHTA (4) NON SOCI SIHTA
Dopo il 15 settembre 2010 o in sede di Congresso € 250,00 € 350.00 + IVA 20% (€420,00)
(3)Le quote si intendono al netto di ogni spesa
(4)L’iscrizione riservata ai soci SIHTA solo se in regola con il pagamento della quota associativa per l’anno 2009 (allegare attestazione di pagamento). Quota valida anche per studenti, specializzandi e dottorandi di ricerca.
In caso di disdetta non sarà riconosciuto alcun rimborso
LA QUOTA DI ISCRIZIONE COMPRENDE
Partecipazione ai lavori; Kit Congressuale; Crediti ECM; Attestati di partecipazione; Coffee Break e lunch previsti dal programma
...Alte info
Mappa

Dalla stazione di Porta Nuova
Il Centro Incontri è raggiungibile a piedi in pochi minuti.
Dall’uscita della stazione di via Paolo Sacchi, girare a sinistra e proseguire lungo la via.
Girare a destra in corso Stati Uniti e proseguire fino al numero 23.
Dalla stazione di Porta Susa
Il Centro Incontri è raggiungibile con i mezzi pubblici in circa 20 minuti.
Recarsi alla fermata piazza XVIII Dicembre, prendere la linea 1 per 4 fermate e scendere alla fermata di corso Vittorio Emanuele II/corso Re Umberto.
Girare in corso Re Umberto e proseguire fino in corso Stati Uniti, girare a destra e proseguire lungo il corso fino al numero 23.
Dall’aereoporto
Prendere la linea ferroviaria Torino- Ceres e scendere alla Stazione Dora (la tratta viene percorsa in circa 20 minuti).
Dalla stazione uscire su via Stradella e prendere la linea 11 fino al capolinea in corso Stati Uniti (la linea percorre il tratto in circa 25 minuti) oppure recarsi alla fermata corso Principe Oddone/piazza Baldissera e prendere la linea 52 per 11 fermate,
scendere alla fermata corso Vittorio Emanuele II/corso Re Umberto (la linea percorre il tratto in circa 25 minuti),
girare in corso Re Umberto e proseguire fino in corso Stati Uniti,
girare a destra e proseguire lungo il corso fino al numero 23.

Share.

Leave A Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Powered by themekiller.com