I nostri editoriali

Articolo estratto da Panorama della Sanità – n. 3 Marzo 2019

Dispositivi medici
Investimenti di competenze aspetto dirimente in HTA
Solo assumendo le giuste competenze nella congrua misura sarà possibile garantire i controlli periodici e i sopralluoghi per le indagini (non giudiziarie) sugli eventi sentinella segnalati o denunciati che hanno provocato morte o gravi lesioni a pazienti o operatori sanitari.
di Carlo Capussotto, Pietro Derrico, Giandomenico Nollo, Francesca Sabusco

Lo scorso 26 novembre sono stati pubblicati, sul British Medical Journal (Bmj), i risultati relativi all’indagine Implant files condotta dall’International Consortium Investigative Journalist sulle industrie dei dispositivi medici (Dm).
Nello specifico la rivista sostiene che i politici ed i funzionari europei sarebbero stati corrotti per anni dai lobbisti industriali a scapito della sicurezza dei cittadini europei influenzando addirittura il Nuovo Regolamento Europeo sui Dm che entrerà in pieno vigore nel maggio 2020. L’indagine sottolineava, inoltre, la mancanza di trasparenza riguardo ai danni e/o malfunzionamenti dei DM: dati che dovrebbero essere divulgati e resi noti a chiunque, così come garantisce l’Fda (Food & Drug Administration) negli Usa. La presentazione di questi risultati ha creato un certo interesse sia tra gli addetti ai lavori, sia nell’opinione pubblica. È infatti questo un tema delicato e rilevante per il sistema: dal mondo industriale ai pazienti, dagli Organi di Vigilanza ai cittadini paganti attraversando i media che diffondono le notizie dopo auspicabili verifiche. In qualità di Società Scientifica abbiamo ritenuto di non reagire immediatamente a valutazioni di terzi cavalcando un’onda mediatica, ma piuttosto di riflettere bene sui dati e i giudizi espressi per proporre il nostro punto di vista a valle di una discussione più pacata ed approfondita. continua>>


Articolo estratto da Panorama della Sanità – n. 1/2 Gennaio-Febbraio 2019

Hta e procedure per acquisti dei dispositivi medici
Avvicinamento all’Hta dell’Ue: un percorso ad ostacoli
Continua l’iter legislativo per un nuovo regolamento europeo sull’Hta che dovrebbe emendare la direttiva 2011/24/Eu e superare l’attuale frammentazione e le cooperazioni su base volontaria.
di Andrea Messori

ll 24 settembre 2018 sono state approvate le proposte di emendamento, avanzate dalle commissioni parlamentari europee alla proposta di regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio sulla valutazione delle tecnologie sanitarie. continua>>


Leggi gli editoriali 2018 di Panorama della sanità


Articolo estratto da e-Health – n. 67 Gennaio-Febbraio 2019
La sanità elettronica, bella e complessa. Necessità di nuovi modelli di HTA dedicati
di Giandomenico Nollo e Simona Anzivino

Le applicazioni della Information and Communications Technology (ICT) in sanità, note con il termine e-health, si stanno diffondendo sempre di più offrendosi come tecnologia in grado di migliorare la qualità e la quantità dei servizi erogati ai cittadini. Esse comprendono i più comuni e storici servizi e sistemi di telemedicina, ma anche i sistemi informativi sanitari, la documentazione elettronica e tutte quelle applicazioni a confine tra i mondi della sanità, della comunicazione e dell’informazione. Secondo la World Health Organization (WHO) l’e-health è “uso combinato della comunicazione elettronica e dell’informazione tecnologica nel settore sanitario”. continua>>


Leggi gli editoriali 2018 di e-Health